6 – A tavola con la famiglia

Finalmente a tavola con la famiglia

Dai sei mesi, dunque, il bambino comincia a familiarizzarsi con i sapori. Verso l’anno comincia a mangiare da solo. A due anni può mangiare quasi di tutto e può cominciare a stare a tavola con la famiglia. Senza pretendere da lui le buone maniere e rispettando i suoi ritmi, le sue preferenze e il suo appetito, bisogna aiutarlo ad instaurare un rapporto corretto con il cibo. Soprattutto evitare di nutrirlo troppo, scambiando l’offerta di cibo con offerta di amore: lasciato a se stesso, normalmente il bambino sa autoregolarsi benissimo, sia per quanto riguarda le scelte sia per quanto riguarda la quantità.

I genitori che incitano il figlio a mangiare di più, spesso non fanno che predisporlo ad una futura obesità o, al contrario, a una tendenza all’anoressia.

L’importante è che il piccolo si trovi a suo agio a tavola e che il momento del pasto, non sia svilito a frettoloso e nervoso con sumo di alimenti.

Al contrario è necessario trovare il modo, attraverso prestazioni diversificate e fantasiose, di fargli apprezzare le verdure, che in genere i piccoli tendono a rifiutare. I dolci, che piacciono quasi a tutti e che presto vengono associati all’idea di festa o di premio, non devono certo essere banditi.