Trote al cartoccio

 

Tempo occorrente: 30′trote al cartoccio

Ingredienti per 4 persone:

4 trote già pronte per la cottura; 2 spicchi d’aglio; 4 rametti di rosmarino; 4 fette di limone; 1 bicchierino di vino bianco; olio; sale e pepe.

Lavate con cura le trote e riempitene l’interno con il rosmarino, le fette di limo­ne e un poco di sale e pepe.

Adagiate le trote così preparate sopra quattro fogli di alluminio, poi cospargetele con sottili fettine di aglio, sale, pepe, un filo d’olio e un poco di vino bianco. Quindi avvolgete ogni pesce nel suo foglio di alluminio e allineate i cartocci sopra a una placca da forno.

Fate cuocere tutto in forno preriscalda­to a 200 “C per 20 minuti circa e servite le trote nel loro cartoccio.

Seppie profumate

Tempo occorrente: 50′

Ingredienti per 4 persone:

800 g di seppie; 300 g di funghi coltivati; 300 g di piselli sgranati; 1 spicchio d’aglio; I cipolla piccola; 3 cucchiai di olio; 1/2 bic­chiere di vino bianco; 1 cucchiaio di con­centrato di pomodoro; 1 ciuffo di prezze­molo; sale e pepe appena macinato.

Pulite le seppie, privatele dell’ossicino e preparatele per la cottura dopo averle la­vate con cura.

Tritate finemente lo spicchio d’aglio e la cipolla e rosolateli in una casseruola con l’olio. Appena iniziano a prendere colore, unite le seppie, lasciatele insaporire un poco, poi aggiungete i piselli e i funghi mondati e affettati sottilmente.

Diluite il concentrato di pomodoro con un mestolo d’acqua e incorporatelo agli altri ingredienti, irrorate con il vino bianco e regolate di sale e pepe secondo il vostro gusto.

Lasciate cuocere per 30 minuti circa a fuoco medio e con il coperchio, infine scoperchiate, lasciate addensare il fondo di cottura, condite con il prezzemolo trita­to e levate dal fuoco. Servite questo piatto ben caldo.

Se preferite, potete utilizzare seppie sur­gelate seguendo, per lo scongelamento, le istruzioni indicate sulla confezione; una volta scongelate, potete seguire la ricetta come se si trattasse di pesce fresco.

Sgombri saporiti

Tempo occorrente: 45′

Ingredienti per 4 persone:

4 sgombri pronti per la cottura; 400 g di pomodori freschi; 1 spicchio d’aglio; 1 fo­glia di alloro; 1 ciuffo di prezzemolo; pan­grattato quanto basta; olio; sale e pepe.

Lavate con cura gli sgombri e prepara­teli nel seguente modo: praticate un’aper­tura lungo il ventre di ogni pesce, privateli della lisca e della testa. Adagiate i pesci aperti a libro e più appiattiti possibile sul fondo di una teglia unta di olio tenendo verso l’alto la parte senza pelle.

Tritate finemente lo spicchio d’aglio, l’alloro e il prezzemolo e spolverizzate con questo composto i pesci; conditeli con un poco di sale e pepe, poi formate uno strato di fette di pomodoro. Condite anche que­sto strato con un poco di sale, spolverizza­telo con il pangrattato e irrorate il tutto con un filo d’olio.

Passate ora gli sgombri in forno caldo (200 °C) a gratinare per 30 minuti circa o finché non si sarà formata in superficie una crosticina dorata.

Baccalà in insalata

Tempo occorrente: 40′baccalà in insalata

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di baccalà già ammollato; 2 spìcchi d’aglio; 1 ciuffo di basilico; 1 ciuffo di prezzemolo; 1 cucchiaio di capperi; 1 pugno di olive nere; 2 cucchiai di succo di limone;

2 filetti di acciuga; 4 cucchiai di olio; 2 fo­glie dì alloro; 1 fetta di limone; pepe in gra­ni; sale e pepe appena macinato.

In una casseruola mettete quattro dita di acqua, le due foglie di alloro, la fetta di limone e qualche grano di pepe, quindi adagiatevi il baccalà che avrete tagliato in pezzi di 5 o 6 centimetri. Lasciate cuocere su fuoco medio per 20 minuti circa, poi sgocciolate il baccalà e filtrate qualche cucchiaiata del brodo di cottura che terre­te da parte.

Tritate finemente gli spicchi d’aglio, i filetti di acciuga, il prezzemolo e il basilico privati dei gambi e mettete tutto in una ciotola. Unite l’olio, il succo di limone, un pizzico di sale e pepe e due cucchiai di brodo di cottura. Sbattete tutto con una forchetta e condite il baccalà con la salsetta ottenuta; unitevi infine anche le oli­ve, girate con cura il tutto e poi servite in tavola.

Potete preparare questo piatto di baccalà anche qualche ora prima.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )