VitamineSale la temperatura, scendono le vitamine. In estate il rischio di andare in riserva è altissimo, con la conseguenza di sentirsi spossati proprio quando vorremmo muoverci libera­mente: la colpa è soprattutto del caldo, che ci fa sudare di più. Anche l’allungarsi delle giornate rema con­tro la nostra resistenza fisica e psichica, perché induce cambiamenti nei livelli ormonali. Ciliegina sulla torta: lo stress accumulato nella stagione invernale di sicuro non giova al nostro benessere.

      Quali vitamine tenere d’occhio? Anzitutto quelle del gruppo B, perché trasformano il cibo in energia e permettono di far girare a pieno regime sistema nervoso e muscoli. Poi, non si può dimenticare la vitamina C, utilissima in estate anche se comunemente è associata a influenza & Co. Fornisce un importante aiuto al sistema immunitario e, essendo un potente antiossidante, contribuisce a depurare l’organismo. Da non trascurare nemmeno la vitamina A, che aiuta la visione notturna, protegge la cute e le membrane cel­lulari. E contrasta l’invecchiamento della pelle.

Anche la vitamina E,  è un potente antiossidante. Previene le irritazioni cutanee e, quindi, è utilissima quando ci si espone ai primi raggi del sole. Infine, calcio, magnesio e potassio.

      Sono sali essenziali perché coinvolti nei processi di trasformazione dei nutrienti in energia.

      QUANDO SERVE INTEGRARE

Con la dieta si dovrebbe riuscire a garantire un adeguato approvvigionamento di tutti i micronutrienti necessari all’organismo. Ma sappiamo bene che è molto difficile, con i ritmi pressanti della vita di tutti i giorni, riuscire a portare in tavola le giuste quantità di frutta e verdura. Ecco allora che diventa importante, soprattutto in questa stagione, pensare a un’integrazione alimentare che consenta all’organismo di sopportare l’arrivo dell’estate senza problemi.

I multivitaminici che si trovano in farmacia sono la risposta a queste esigenze: contengono vitamine e minerali al dosaggio corretto. Con l’aiuto del farmacista è possibile individuare l’integratore più adatto alle proprie esigenze, che sono diverse a seconda dell’età e delle condizioni generali di salute.

 

 Mettiamo nel piatto le tonalità dell’arcobaleno:

fa bene alla salute ed all’umore.

      Arancione. E’ il colore amico della pelle: i frutti e le verdure di questa tinta sono ricchissimi di vitamina A e beta-carotene. Proteggono dagli effetti nefasti del sole, aiutano l’abbronzatura preservando la morbidezza  e l’elasticità naturale della pelle. Via libera dunque ad albicocche, pesche, zucche e carote.

      Rosso. Gli alimenti di questo colore contengono flavonoidi, eccezionali antiossidanti, aiutano a rendere più fluido il sangue e migliorano la circolazione venosa. In più contrastano la ritenzione di liquidi, il ristagno venoso e la pelle a buccia d’arancia. Quali sono? Pomodori, peperoni, fragole, ciliegie, angurie, ravanelli.

      Verde. Che siano foglie, fiori o frutti, i vegetali verdi, grazie alla presenza di carotenoidi, clorofilla, magnesio, acido folico e vitamina C, rinforzano le coronarie e migliorano la pressione arteriosa. Disco verde a lattuga, prezzemolo, broccoletti, asparagi, carciofi, spinaci, cicoria, cetrioli e capperi.

      Bianco. Aglio, cipolla, porri, cavolfiore, patate, rape, finocchi, pere, mele sono ricchissimi di proteine e poveri di grassi. E hanno anche un elevato potere saziante e una certa quantità di calcio.

      Blu e viola. Con il caldo di questa stagione, la circolazione del sangue nelle gambe può dare qualche problema. Uva, melanzane, fichi, barbabietole, radicchio, more, mirtilli contengono carotenoidi ed antociani, alleati delle nostre vene.

 

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )