sonno profondo     Arriva il custode hi-tech del sonno.  Una start-up americana ha sviluppato Sense, un sistema a sensori hi-tech in grado di dirci come abbiamo dormito e che cosa eventualmente non ci ha fatto riposare bene. Un sensore andrà posizionato sul comodino per analizzare luce, temperatura e umidità in camera, mentre l’altro sarà incorporato in un cuscino per registrare i nostri movimenti durante la notte. I dati raccolti saranno poi analizzati da una app che ci dirà cosa c’è che non va.

      Slow medicine. Dopo Slow Food, arriva anche ‘Slow medicine’, associazione italiana di medici, operatori sanitari e cittadini “che ha l’obiettivo di tutelare gli interessi dei pazienti attraverso un partenariato con gli operatori sanitari, non razionalizzando solo l’assistenza, per ridurre i costi. I medici dedichino più tempo al colloquio con i pa­zienti perché solo con una medicina partecipativa si combatte quella difensiva che gli specialisti praticano sempre di più per prevenire denunce e affinché negli ospedali non si guardi solo al numero di visite ma anche alla qualità delle prestazioni”.

cane con padrona     Un cane per ringiovanire. Secondo una ricerca della Saint Andrews University, in Scozia, pubblicata sulla rivista Preventive Medicine avere un cane può farci dsentire 10 anni in meno. Aiuta, infatti, a mantenersi attivi e in forma e previene problemi psicologici, prima fra tutti la de­pressione. Gli studiosi hanno esaminato 547 volontari proprietari di un cane, di un’età media di 79 anni e hanno scoperto che rispetto ai loro coetanei senza cani risultavano essere il 12 per cento più tonici e in forma, con livello di attività fisica pari a quello di una persona con dieci anni in meno. GioKasper

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )