Molti sostengono che in questo periodo ci si innamori molto meno rispetto al passato e sia sempre più raro trovare persone che si amino di un amore esclusivo e fedele.  Sono più frequenti le coppia innamoratafiammate amorose che durano pochi mesi o le avventure erotiche appassionate. Oppure amori che sembrano intensissimi ma si rompono di fonte al primo ostacolo come quando devi andare all’estero per lavoro o per studio e incontri un’altra persona che ti attrae.  Io credo invece che la gente continui a innamorarsi come prima, ma oggi le circostanze della vita, le tentazioni, la facilità degli incontri indeboliscono e spezzano questo innamoramento iniziale e ne impediscono lo sviluppo: la sublimazione della persona amata che diventa la più bella, l’unica che ti piace nell’intero universo.

L’importante è ascoltare il partner più delle tentazioni e delle sirene della società

  Teniamo presente che il processo di innamoramento è un percorso prefissato che si è formato nel corso delle centinaia di migliaia di anni della nostra evoluzione e che è stato rafforzato da istituzioni millenarie, per cui resta identico anche ora. Lo abbiamo dentro di noi nella nostra mente, come circuiti neuro ormonici e si attivano non appena ci innamoriamo. In quel momento ritorniamo esclusivi, possessivi e gelosi come i nostri antenati. Ma questa potenza trasfigurante che un tempo era socialmente incanalata verso la costruzione di una famiglia, di una casa, di una città, oggi può essere sbarrata da mille fattori come la promiscuità, la competizione, la seduzione, il desiderio di successo e di potere. E poiché nell’innamoramento nascente, la nostra sensibilità è esasperata e fragile, bastano pochi errori, offese inconsapevoli ed incomprensioni per creare fratture dolorose e a volte insanabili.

  Com’è importante per la vita fare crescere un amore che dura e com’è difficile fare fiorire un amore nascente per quanto ardente e vigoroso esso sia! Per riuscirci non occorre solo passione, ma anche  forza d’animo e intelligenza per evitare gli inganni del labirinto sociale cui siamo immersi. E, se non vogliamo sbagliare, dobbiamo imparare ad ascoltare l’animo dell’amato con la delicatezza di un bambino e il cuore di una madre.

Francesco Alberoni – ll Giornale Dom, 11/02/2018 –

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )