mal di primaveraStanchezza diffusa, problemi di concentrazione, umore nero, ansia e irascibilità, sono i tipici campanelli d’allarme del «mal di primavera», una sindrome che può colpire tante persone ed in particolar modo i soggetti che risentono dei cambi di stagione. Le cause principali di tali disturbi sono la stanchezza accumulata nel corso dell’inverno, i continui cambiamenti di temperatura ed una cattiva alimentazione. Per fortuna, per contrastare queste problematiche fastidiose, esistono valide soluzioni da tenere in considerazione: rimedi naturali e integratori.

   Per quanto riguarda i rimedi naturali, le tisane a base di ortica, tarassaco, bardana e gramigna hanno un’ottimo effetto depurativo e disintossicante per il fegato. Per contrastare invece la stanchezza fisica e mentale, ricordiamo il ginseng e la pappa reale per le proprietà energizzanti, mentre il ginkgo biloba e l’eleuterococco migliorano la circolazione cerebrale e favoriscono la concentrazione.Primavera: uccellini innamorati

   Anche gli integratori possono essere un valido aiuto per contrastare la stanchezza primaverile. Infatti gli integratori a base di magnesio contrastano l’irritabilità e la stanchezza; molto importanti sono quelli a base di vitamina C, che rafforzano le difese immunitarie, mentre quelli a base di vitamina A proteggono la pelle sensibile dagli agenti esterni. E poi ancora potassio, calcio, ferro, vitamine del gruppo B e betacarotene per le proprietà antiossidanti. Infine, ci sono integratori multifunzionali, che contengono un pool di sostanze molto utili al nostro organismo come fibre e probiotici.

   Un’ultimo aspetto da considerare per contrastare il «mal di primavera», è seguire un regime alimentare equilibrato. È importante non saltare i pasti e non abbuffarsi, ma piuttosto preferire cibi leggeri, ricchi di proteine e vitamine dando ampio spazio a frutta e verdura fresca di stagione. Non dimentichiamo, infine, di bere molta acqua (2litri al giorno), ricordando che un’equilibrata idratazione aiuta l’organismo a eliminare le tossine accumulate durante l’inverno e far fronte alla sudorazione dovuta agli sbalzi di temperatura.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )