Il ruolo degli antiossidanti.  Altro consiglio per affrontare al meglio l’estate è l’assunzione di antiossidanti, me­glio se associati a creme solari caldo anzianiprotettive, per combattere e prevenire i danni legati all’e­sposizione ai raggi ultravioletti (andrebbero utilizzati nei mesi precedenti all’irraggiamen­to, ma sono validi per tutto il periodo estivo, assumendoli al mattino con la colazione). Le principali sostanze antiossidanti sono: •astaxantina; il beta carotene (precursore della vitamina A); • il picnogenolo; • l’olio di borragine; • la vitamina E; • il selenio; • la luteina.

Alcune di esse possono essere usate per ral­lentare i fisiologici danni dovuti all’aging, o invecchiamento fisiologico dell’organismo, specialmente nei fumatori e nei soggetti che mantengono cronici ritmi di vita stressanti.

  Rafforzare il sistema venoso degli arti inferiori.  Uno dei malesseri più comuni che si pre­senta regolarmente in questa stagione è la pesantezza agli arti inferiori: il calore induce una dilatazione dei vasi venosi, creando una dispersione dello stesso all’interno del corpo. Ma se il sistema venoso è alterato, la dila­tazione provoca un ristagno di sangue ne­gli arti inferiori, con fuoriuscita di liquidi nei tessuti e conseguente pesantezza, dolore e gonfiore delle estremità, specialmente nelle ore serali.

  I giusti rimedi potrebbero essere: indossare durante tutto l’inverno delle calze elastiche a compressione graduata, specialmente se si praticano lavori in cui si rimane in piedi e nella stessa posizione per molte ore, continuando, comunque a utiliz­zarle anche in estate; assumere integratori o tarmaci contenen­ti fitoestratti di meliloto, centella, ruta, vite rossa, hamamelis, mirtillo e bioflavonoidi di agrumi, capaci di ridurre la sintomatologia dolorosa e il gonfiore alle estremità, tipici delle ore serali.

  Questi rimedi hanno un’intensa azione pro­tettiva sulle pareti delle vene, rendendole più forti e meno soggette all’azione dei liquidi di ristagno. È consigliato associare anche creme o gel contenenti gli stessi estratti, da appli­care sulle zone edematose delle gambe; possono essere conservati in frigo e applicati freschi per alleviare la sensazione di fastidio. Seguire una corretta alimentazione e prati­care attività fisica regolare, meglio il mattino presto al risveglio e con il fresco, consente un fisiologico ripristino di tutta la circolazione sanguigna.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )