Cibi afrodisiaci: anche miele e uova scaldano il desiderio!   L’appetito vien mangiando, anche quello coppia di amantisessuale. Da anni è risaputo che molti dei cibi che affollano le nostre tavole, oltre ad essere nutrienti e gustosi, sono anche i migliori amici del sesso felice. Ma in realtà esiste un vero e proprio “menu del sesso”, un compendio di alimenti riconosciuti dalla comunità scientifica come gli interruttori dell’eros. E’ quanto è emerso dalle ultime ricerche in materia di alimentazione e fertilità maschile, discusse al Congresso nazionale della Società italiana di urologia (Siu), che è svolto a Firenze.

     Oltre ai “classici” afrodisiaci come cioccola e peperoncino,, ostriche e cozze, sembra che anche altri cibi facciano impennare la passione tra uomo e donna come, l’avena, il miele, le uova.

     Le uova riequilibrano gli ormoni maschili. Il segretario generale della Siu, Vincenzo Mirone, illustrando le proprietà di ciascun alimento ha ricordato che “Una dieta sana ed equilibrata, basata sui principi dell’alimentazione mediterranea, è la base per una buona salute sessuale”.  Già una ricerca dell’anno scorso aveva inserito nell’elenco degli afrodisiaci altri cibi, tra cui ginseng e zafferano, oltre a quelli tradizionalmente considerati tali. Altri alimenti, ha ricordato, sono da tempo conosciuti come il peperoncino, utile per potenziare il desiderio sessuale di lui perché migliora la circolazione sanguigna grazie alla capsacina. Altri sono meno noti e talvolta insospettabili come l’avena o il miele, “che riattivano la produzione di testosterone aumentando la libido grazie a nutrienti come il boro, un minerale misconosciuto”. Nel menu che accende la passione di lui, poi entrano a sorpresa le uova, ricche di proteine che riequilibrano i livelli degli ormoni maschili aumentando il desiderio.  I già conosciuti frutti di mare, abbondano di zinco essenziale per il liquido spermatico, e il cioccolato, utile anche per lei perché in entrambi i sessi riduce lo stress e aiuta il rilascio di serotonina, il neuromodulatore della felicità”.

     L’influenza che hanno i cibi nella fertilità di una coppia è stata spiegata dalla biologa nutrizionista, Annalisa Olivotti  “Fino a non molto tempo fa – ha detto –  erano soprattutto le donne a fare attenzione all’alimentazione quando cercavano un figlio, ad esempio aumentando l’apporto di acido folico o preferendo i cibi a basso contenuto glicemico per evitare disturbi all’apparato genitale; oggi sappiamo che anche lui può fare molto per essere più fertile, attraverso nutrienti che migliorano la qualità del seme come una spremuta di arancia o pompelmo per fare il pieno di vitamina C”.  La “lista nera” degli alimenti che, se consumati in abbondanza, rischiano di compromettere la fertilità, compare ai primi posti la carne rossa, il cui consumo eccessivo può causare un aumento di grassi nella circolazione, a danno della fertilità. Occhio anche alle bibite molto zuccherate che, come obesità, alcol e fumo, sono altri fattori di rischio in generale per la salute e possono rovinare i piani degli aspiranti genitori. No a cibi fritti e merendine confezionate. Naturalmente l’ideale sarebbe unire una dieta corretta con la giusta attività fisica e ridurre lo stress: lo sport favorisce la circolazione sanguigna e quindi aiuta la fertilità, come anche il cioccolato fondente.

Continua in “Cibi afrodisiaci 2: i dieci al top

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )