Vitamine, minerali, oligoelementi. Una, delle strategie per favorire la longevità in forma e in salute, consiste nell’assunzione   regolare   di micronutrienti essenziali per le cellule e i tessuti, come le vitamine e i sali minerali. Per garantire e ottimizzare il loro ap­porto sono possibili tre linee di intervento: •  migliorarne l’assunzione con una alimentazione normale •  ricorrere ad alimenti fortificati, ossia parti­colarmente ricchi di tali nutrienti; •  completare la dieta con integratori alimentari. Questi interventi vanno valutati a seconda delle esigenze e delle condizioni in cui si tro­va l’organismo.

vitamine  VitamineII termine vitamina, introdotto dal chirurgo polacco C. Punk nel 1913, indica un certo numero di sostanze organiche indispensabili alla vita che devono essere assunte con gli alimenti, in quanto l’organismo non è in gra­do di produrle. Le vitamine vengono distinte in: * idrosolubili (vitamine del gruppo B e vita­mina C);   liposolubili (vitamine A, D, E, K). Ogni vitamina possiede determinate caratte­ristiche e si può trovare in certi alimenti o sostanze che chiamiamo fonti.

  Vitamina A o betacarotene protegge la membrana cellulare dall’aggressio­ne delle sostanze tossiche e gli acidi grassi dall’ossidazione, inoltre neutralizza i radicali liberi. Fonti: carote, prezzemolo, crescione, finocchio, cavolo riccio, spinaci.

Vitamina B1: permette la trasforma­zione degli zuccheri e dei grassi in energia sotto forma di ATP (adenosintrifosfato). È in­dispensabile per la conduzione degli impulsi nelle fibre nervose. Fonti: cereali integrali e legumi (fagioli, riso, ceci), lievito di birra, germe di grano, semi di girasole, crusca.

Vitamina B6: partecipa alla sintesi di al­cuni neurotrasmettitori (serotonina, GABA), dell’emoglobina, della taurina e del collage­ne. È indispensabile per la sintesi della cistina e per la sua incorporazione nelle unghie e nei capelli. Fonti: lievito di birra, carni magre, cereali in­tegrali, salmone, germogli di segale.  

Vitamina B9: partecipa alla sintesi di dopamina, adrenalina, noradrenalina e di al­tri neurotrasmettitori. Interviene nella sintesi degli acidi nucleici (DNA, RNA). Svolge un ruolo nella regolazione della crescita cellula­re (importante nella prevenzione dei tumori) e nella produzione dei globuli rossi. Fonti: ortaggi a foglia verde, cavolini di Bru­xelles, cavoli, broccoli, spinaci, legumi, fegato.  

Vitamina B12: assicura l’integrità del sistema nervoso (rivestimento dei nervi da parte della mielina). Interviene nella sintesi della metionina, nella moltiplicazione e ma­turazione dei globuli rossi. Fonti: fegato di vitello, pesce azzurro, cozze, aringhe, ostriche, uova, latte e formaggi.

Vitamina C: favorisce la sintesi della noradrenalina e la combustione dei grassi. Neutralizza le sostanze tossiche facilitandone l’eliminazione e protegge la membrana delle cellule dall’azione distruttiva dei radicali libe­ri. Assicura la compattezza della struttura del collagene. Fonti: limone, agrumi, kiwi, finocchio, pepe­roni, prezzemolo, spinaci.

Vitamina D: aumenta l’assorbimento del calcio. Promuove la crescita scheletrica e la mineralizzazione delle ossa. Fonti: olio di fegato di merluzzo, pesci, uova, latte intero.

Vitamina  E:  protegge la membrana cellulare dall’aggressione delle sostanze tos­siche. Protegge gli acidi grassi dall’ossidazio­ne e neutralizza i radicali liberi. Stabilizza e protegge la vitamina C. Riduce il rischio di malattie cardiache e tumori. Fonti: olio di germe di grano, oli vegetali spremuti a freddo, semi oleosi, frutta secca, piselli, maionese, cereali integrali.

Vitamina K: è importante per la coagu­lazione del sangue e per la solidità delle ossa. Fonti: ortaggi verdi, spinaci, cime di rapa, ca­volfiori, broccoli, fegato, té verde.

 Dott. Bruno Brigo Medicina Interna, Riabilitazione e Medicina integrata (Verona) . 

Continua in  Alleati della salute (2): minerali ed oligoelementi

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )